La sua terra è un lago. Forse è stato quel mondo riflesso a insegnargli il gusto di fermare il tempo in un istante che sia per sempre. Gargnano è il rifugio delle emozioni e dei pensieri, una finestra sui tetti spalancata sul Garda, Brescia è la casa dove è nato trentadue anni fa, Parma la città dove si è laureato in Lettere e Filosofia e ha lavorato sei anni: più giovane fra i fotografi del quotidiano più antico. Alcune delle immagini scattate in quegli anni sono raccolte in un libro, “Gente di provincia”, pubblicato di recente. Attualmente vive e lavora a Roma: eventi culturali, festival e manifestazioni artistiche, campagne pubblicitarie, cerimonie pubbliche e private. Inoltre collabora con la Regione Lazio. La macchina fotografica è stato il suo primo giocattolo, rubato al padre insieme alla passione per il bello. L’accompagna ogni giorno per raccontare e per fissare immagini che si trasformano in emozioni. Alcune sono apparse in mostre e rassegne. Altre rappresentano il souvenir di una vacanza romana: in bianco e nero, sono “cartoline d’autore”. Chi le acquista, di solito le spedisce a se stesso. Daniele è anche fotografo di viaggio: Portogallo, Tunisia, Libia, Senegal, Sri Lanka sono fra le sue mete più recenti e suoi reportage sono stati pubblicati da Panorama Travel, Marco Polo, Max, Qui Touring.

His land is a lake. Perhaps it was the world reflected on the water which taught him how to stop time forever. Gargnano, a small village fringing Lake Garda, is his refuge; Brescia, near Milan, is the place where he was born thirty years ago; Parma, the city where he graduated in Literature and Philosophy. Daniele lives and works in Rome where he photographs cultural and art events, festivals, advertising campaigns, interiors and public and private ceremonies. He also collaborates with the Lazio Region as a photo-reporter. The camera was his first toy, inherited from his father, together with a passion for beauty. It accompanies him everywhere and every day, capturing images that last forever. Some are published in books, reviews and journals; some are displayed in photography exhibitions; some, inspired by beauty, are offered as postcards. These ‘Fotografie d’Autore’  black and white are often sent home as mementos. Working at ‘La Gazzetta’ as a photo journalist in Parma, he was the youngest photographer at the oldest Italian newspaper. Some of his pictures have been collected and published in a book, ‘People of the Province’.  Daniele is also a travel photographer: Portugal, Tunisia, Libya, Senegal and Sri Lanka are among his most recent destinations and his reports have been published by Panorama Travel, Marco Polo, Max and Qui Touring.